1. Sono proprietario di un alloggio il cui contratto di locazione è terminato, posso accedere all’avviso “1 – contributo una tantum subordinato alla stipula di un contratto di locazione a canone concordato per un appartamento sfitto”?

Per accedere all’avviso 1 l’alloggio in oggetto deve risultare sfitto da almeno sei mesi al momento della presentazione della relativa domanda.
per i proprietari di alloggi attualmente occupati con contratto di locazione in corso, ovvero per  proprietari di alloggi sfitti da meno di sei mesi dalla data di presentazione della domanda, i quali volessero accedere alla tipologia della locazione a canone concordato, si rimanda all’Avviso 2
Può comunque iscriversi e accedere alle misure riservate agli iscritti alla Community Adar

 

2. Ho già in essere un contratto a canone concordato, posso fare domanda per il contributo una tantum per il passaggio al contratto a canone concordato?

Se un proprietario ha già fatto un contratto a canone concordato e vuole fare un nuovo contratto a canone concordato con lo stesso inquilino o un diverso inquilino non può fare richiesta dei contributi una tantum previsto da #UCTV.
Può comunque iscriversi e accedere alle misure riservate agli iscritti alla Community Adar

 

3. Sono interessato a presentare domanda per uno degli avvisi, come devo procedere?

1- Registrazione da parte di entrambi, inquilino e proprietario, presso ADAR
2- Presentazione domanda con tutti gli allegati richiesti utilizzando i moduli dei 3 avvisi
3- Presentazione nuovo contratto registrato
4- Dichiarazione membro di ADAR Community
5- Erogazione del contributo

 

4. Ho un contratto a canone concordato in essere con un importo che non rientra nella fascia prezzo prevista dall’accordo locale, posso presentare domanda per uno dei 3 avvisi?

No, i contratti a canone concordato devono rientrare nelle fasce prezzo previste

 

5. Sono proprietario di un alloggio per cui è già stata avviata una procedura di sfratto, l’alloggio viene considerato sfitto e posso presentare domanda per gli avvisi?

Sì, se fino a sei mesi antecedenti la presentazione della domanda, risulta almeno intimazione di sfratto anche se l’alloggio non è ancora stato rilasciato.

 

6. Sono un proprietario e voglio presentare domanda per l’avviso 1 e/o l’avviso 3, come provo che l’appartamento è sfitto alla data di pubblicazione del bando?

Il proprietario può presentare un’autocertificazione. L’ente erogante si riserva di procedere con ulteriori accertamenti presso l’Agenzia delle Entrate.

 

7. Ai fini dell’erogazione del contributo fa fede la data di presentazione della domanda dell’avviso o la data di dichiarazione di membro ADAR?

La data di presentazione della domanda

 

8. Ho presentato domanda per l’Avviso 1, quanto tempo ho per fare il nuovo contratto di affitto?

Se la domanda presentata è ritenuta idonea il proprietario ha fino a 4 mesi per stipulare un nuovo contratto di locazione. L’erogazione del contributo avverrà solo dopo la presentazione del contratto registrato entro i 4 mesi dalla domanda. In caso contrario la domanda non è più idonea a ricevere il contributo.

 

9. Le persone giuridiche sono escluse da tutte e 3 le misure di aggancio?

Si

 

10. Per partecipare alle misura sia inquilino che proprietario devono essere residenti in uno dei comuni del Rhodense?

Il proprietario può non essere residente ma l’immobile deve essere in uno dei comuni del Rhodense.
L’inquilino può non avere la residenza nei Comuni del Rhodense ma la sposterà in seguito alla sottoscrizione del nuovo contratto

 

11. Sono proprietario di un immobile attualmente sfitto ma negli ultimi sei mesi del bando l’appartamento era locato a canone libero. Posso partecipare all’avviso n.1 o n.2?

L’immobile alla data di pubblicazione del bando era già inserito all’interno del circuito delle locazioni. Per questo motivo la domanda dovrà essere presentata in risposta all’avviso n.2, che le consente di ottenere un contributo fino a 1.500 per il passaggio da un canone libero di locazione ad uno concordato.

 

12.Le spese che saranno portate in detrazione fiscale per la ristrutturazione edilizia, il risparmio energetico o il bonus verde sono rimborsabili dal Bando?

le spese portate in detrazione fiscale non sono rimborsabili dal bando, pertanto i pagamenti effettuati con bonifici che riportano il riferimento obbligatorio per la detrazione, saranno rimborsati solo per la quota parte non coperta da detrazione fiscale

 

13. Quali tipi di ricevute sono ammesse per dimostrare il pagamento?

Per i pagamenti effettuati in contanti, specifica contanti sulla ricevuta con timbro e firma del fornitore, per i pagamenti effettuati con carta di credito o bancomat, ricevuta e ricevuta pos, per i pagamenti effettuati con assegno, fotocopia dell’assegno con firma per ricevuta del fornitore, per i bonifici, ricevuta bancaria del bonifico

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi